Super User

Super User

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giovedì, 26 Marzo 2015 00:00

Premio Gaspare Aselli

LymphoLab ha istituito il Premio Gaspare Aselli, con il cui conferimento, che avviene annualmente, vuole dar luce ai meriti di una persona che si è distinta in modo particolarmente valente per il suo lavoro nella materia della linfologia.
Il premio consiste in una bellissima scultura in vetro, rappresentante un linfonodo, realizzata dal maestro vetraio Bormioli di Altare.

Lymphatic Microsurgical Preventing Healing Approach (Lympha) for Primary Surgical Prevention of Breast Cancer-Related Lymphedema: Over 4 Years Follow-Up

Le tecniche di microchirurgia linfatica utilizzate per il trattamento del linfedema primario e secondario degli arti sono state più recentemente impiegate nella prevenzione chirurgica primaria del linfedema secondario al
trattamento di patologie tumorali (ad esempio, carcinoma della mammella, melanoma del tronco, carcinoma della vulva ecc)...

Scoperto un nuovo gene associato all’insorgenza del linfedema primario ereditario.
SHIP2 è il nome dell’ultimo gene scoperto essere responsabile, se mutato, del linfedema primario ereditario. L‘identificazione e’ stata possibile grazie alla tecnica del sequenziamento del completo esoma (Whole Exome Sequencing - WES).

Link: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4226566/

Giovedì, 26 Marzo 2015 00:00

I 20 geni responsabili del linfedema

I 20 geni responsabili del linfedema primario ereditario.
In questa recente review sul linfedema primario sono descritti i 20 geni fino ad ora identificati le cui mutazioni sono responsabili delle più e meno comuni forme di linfedema primario ereditario.

Link: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3938256/

Giovedì, 26 Marzo 2015 00:00

Mutazioni della Connessina 47

Mutazioni della Connessina 47 aumentano il rischio di linfedema secondario al trattamento del tumore al seno.
La genetica è alla base dei linfedemi ereditari ma può anche giustificare la predisposizione all’insorgenza di quelli secondari, come nel caso del linfedema secondario dell'arto superiore nelle donne sottoposte a mastectomia. Nel lavoro collegato, David Finegold dell’università di Pittsburgh dimostra come, nel 5% dei casi, il linfedema sia associato a 4 diverse mutazioni di singoli aminoacidi della Connessina 47, una proteina che forma dei canali di comunicazione tra le cellule endoteliali del vaso linfatico.

Link: http://clincancerres.aacrjournals.org/content/18/8/2382.long

Pagina 3 di 3